39 Views

10 Novembre 2022
LUCCA: 72ESIMA GIORNATA DEL RINGRAZIAMENTO NEL SEGNO AGRICOLTURA, LEGALITA’ E AGROMAFIE, DALLA SFILATA DEI TRATTORI ALLA SANTA MESSA CON L’ARCIVESCOVO GIULIETTI

Custodi del creato, legalità, agromafie: sono i messaggi dalla forte impronta religiosa ed etica della 72esima Giornata Nazionale del Ringraziamento organizzata da Coldiretti Massa Carrara in programma domenica 13 novembre presso la Parrocchia dei SS Maria Assunta e Jacopo Maggiore (via Lombarda) con la santa messa celebrata dall’Arcivescovo di Lucca, Sua Eccellenza Paolo Giulietti. A caratterizzare il programma della giornata sarà come da tradizione la benedizione dei frutti della terra portati in omaggio in segno di fede e gratitudine sotto l’altare dagli agricoltori. In occasione della giornata partirà ufficialmente anche la petizione per dire no al cibo fabbricato in laboratorio promossa a livello nazionale da Coldiretti e Fondazione Campagna Amica, Filiera Italia e World Farmers Markets Coalition e sarà presentato il progetto finanziato dal Bando Fami Demetra contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura.

Così il programma in sintesi: alle 10.00 raduno dei mezzi agricoli presso la piazza del Comune di Capannori; ore 10.30 partenza del corteo in direzione Lammari; ore 11.00 celebrazione della Santa Messa celebrata dall’Arcivescovo di Lucca, Sua Eccellenza Paolo Giulietti e al termine benedizione dei frutti della terra e delle macchine agricole; a seguire pranzo conviviale presso Villa Papao (per prenotazioni 0583.341747 oppure 338.9930754).

“La Giornata del Ringraziamento assume, quest’anno, un significato di urgenza e preoccupazione. C’è un conflitto in corso i cui effetti di ripercuotono anche nella nostra quotidianità di agricoltori e di cittadini. Ci sono le conseguenze dei cambiamenti climatici che spaventano il nostro futuro e minacciano l’umanità. C’è poi il tema, mai così di attualità della legalità e del lavoro etico che devono diventare un valore aggiunto, al pari della sostenibilità ambientale, della nostra agricoltura. – spiega Andrea Elmi, Presidente Coldiretti Lucca – Ma questo è anche il momento per noi agricoltori di tracciare un bilancio di un’annata agricola complicata penalizzata dai rincari e dalle speculazioni internazionali, dalla siccità e dagli incendi. Se vogliamo garantire un domani alle nuove generazioni dobbiamo rimettere l’agricoltura al centro facendola tornare ad essere veramente il settore primario del nostro paese”.

L’agricoltura, che sarà protagonista della Giornata del Ringraziamento, è quella che esprime la grande bellezza (“la terra creata e affidata all’umanità come un giardino”) e la legalità. In primo piano c’è l’emergenza agromafie con le infiltrazioni che inquinano il settore creando squilibri economici, sociali e ambientali ed il caporalato, fenomeno che in Toscana, attraverso il progetto Fami Demetra, vede Coldiretti in prima linea a tutela delle imprese agricole e dei lavoratori a rischio tratta. Ma rientrano nell’ambito delle agromafie anche le pratiche agricole non rispettose dell’ambiente, le sofisticazioni alimentari, l’uso di terreni agricoli per la “raccolta” di rifiuti tossici.

Nel messaggio della 72° Giornata del Ringraziamento, che sarà ricordato in occasione della Santa Messa, la la Conferenza Episcopale Italiana, la Cei, ribadisce il forte apprezzamento per l’agricoltura soprattutto in un tempo segnato dalla guerra e sottolinea come la mancanza di grano affami i popoli e li tenga in scacco. No dunque alle “scelte assurde di investire in armi anziché in agricoltura”, richiamo al “sogno di Isaia di trasformare le spade in aratri, le lame in falci” e l’incoraggiamento a sostenere le aziende agricole che operano nella piena trasparenza e legalità che sono poi la maggioranza delle attività produttive. Ma la Giornata dei Ringraziamento si rivolge anche ai consumatori affinché si rivolgano per i loro acquisti ai produttori che rispettano la qualità sociale e ambientale del lavoro.

GUARDA IL SERVIZIO DI NOI TV

Quale tra questi fiori/piante regalerai a Natale?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi